Quando arriva un bebè…

di | Giugno 30, 2019

L’arrivo di un bambino in famiglia cambia la vita, letteralmente ma comporta anche cambiamenti in casa, nell’arredamento e bisogna anche prepararsi a qualche disastro durante la crescita.

Che culla scegliere

Quando arriva un bebè in famiglia occorrono molte cose che in qualche modo stravolgono la casa. Pensiamo al fasciatoio, un armadio per tenere tutto l’abbigliamento per il bebè che, pur essendo piccolo, necessita di una quantità di capi di vestiario incredibile.

I bambini crescono con una velocità impressionante e molte cose troveranno un utilizzo per un periodo molto breve e poi andranno riposte ordinatamente perché non si sa mai che arrivi successivamente un altro bambino.
Un elemento, forse il primo in assoluto che servirà in casa è la culla. Questa deve essere un guscio caldo e accogliente in cui il bambino si senta protetto, comodo, e facilitargli il sonno tranquillo.

La culla è bene sia dotata di ruote in modo da tenere il bebè sempre vicino in qualsiasi ambiente della casa ti trovi, anche se molti consigliano di dedicare un ambiente costante al bambino.
Le esigenze della vita quotidiana, tuttavia, contrastano con questo e la comodità di avere il bebè sempre vicino è notevole, funzionale alla vita dei genitori e non in contrasto con le esigenze reali del bambino.
Come deve essere la culla

La culla, quindi, deve essere confortevole e sicura e realizzata con materiali di qualità. Da non sottovalutare l’atossicità dei materiali e delle vernici. Valutare accuratamente l’imbottitura che conviene sia in tessuti naturali, meglio in cotone, anche questi con colori atossici.
In commercio esistono innumerevoli modelli di culle, in diversi stili e anche con funzioni aggiuntive, tutto per il comfort del bambino. Si potrà scegliere un modello di culla che non contrasti con l’arredamento già esistente in modo che i tuoi ospiti possano godere della presenza del bebè anche in ambienti diversi dalla camera da letto o la sua cameretta.
Alcune culle sono dotate di meccanismi automatici di dondolo, altre con apparecchi che diffondono musiche rilassanti e ninne nanne per il bambino.

Modelli particolari di culla

In commercio si trova anche una culla innovativa che, oltre a generare musica per il bambino ricrea il battito cardiaco, un suono estremamente rassicurante per il bebè, lo stesso che ha sentito nei lunghi mesi in cui era nel grembo della mamma.
La funzione dondolo riproduce, invece, i naturali movimenti simili a quelli che il bambino sentiva prima della nascita. Questi suoni e movimenti sono preziosi per il bambino contribuendo a tenerlo calmo, rilassato, sereno.

Se desideri una culla un po’ fiabesca che faccia sentire un principino il tuo bambino, scegli una culla con uno stile un po’ retrò, con una robusta struttura ma imbottita in cotone e rivestita il lino naturale. una tendina contro gli insetti e le zanzare proteggerà ulteriormente il bambino e darà alla culla un aspetto romantico che sarà apprezzabile in ogni ambiente della casa.

Quanto spendere per la culla

Il bambino cresce in fretta e la culla ha un utilizzo limitato nel tempo: presto sarà necessario un lettino con le sponde da lasciare fisso nella tua camera da letto o nella sua cameretta. Non conviene spendere una fortuna in una culla, per quanto un eccessivo risparmio potrebbe doversi riferire all’uso di materiali inadatti e rivelarsi infine poco sicura.

Nell’acquisto della culla, quindi, presta attenzione a non lesinare troppo ma anche a non sprecare: il danaro, lo sai, non cresce per terra ed è meglio spenderlo per le tante cose che serviranno inevitabilmente.
Per avere il massimo della scelta possibile e per avere il massimo di possibilità di risparmiare qualcosa, ti consigliamo di cercare la culla in grandi centri specializzati in prodotti per i bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *