Come funziona il linfodrenaggio

di | Ottobre 25, 2022
massaggio

Come direbbe ogni buon fisioterapista a Roma, il linfodrenaggio è quel processo attraverso il quale i vasi linfatici spostano il liquido linfatico dagli spazi tra le pareti dei capillari ai linfonodi: questo processo contribuisce all’eliminazione dei liquidi dal corpo e alla conseguente rimozione di eventuali prodotti di scarto. Il sistema linfatico agisce, quindi, come una rete di tubi, che ha il compito di drenare i liquidi del corpo, mentre si muovono verso la loro destinazione finale.

Ma cosa sono questi linfonodi? I linfonodi sono una parte fondamentale di questo processo e svolgono un ruolo importante nel filtrare le tossine nocive e i liquidi in eccesso.

Vediamo più da vicino come funziona questo linfodrenaggio, che è una tecnica di massaggio utile a stimolare il sistema linfatico a eliminare tutte le tossine e i vari liquidi in eccesso; questa tecnica viene utilizzata per trattare diverse condizioni, come l’edema, la cellulite e il mal di testa. Inoltre, la tecnica di massaggio del linfodrenaggio si concentra, come abbiamo detto, sui linfonodi e sui vasi sanguigni che portano il liquido nel corpo: il liquido nei linfonodi viene pompato verso il cuore, dove viene filtrato e poi reimmesso nel circolo sanguigno.

Cosa sono i linfonodi e come funziona il sistema linfatico

Parlando di linfodrenaggio, non si può non parlare di linfonodi: è importante capire con precisione che cosa sono e che ruolo hanno. I linfonodi sono organi che fanno parte del sistema linfatico, il quale a sua volta è una rete di vasi e tessuti, che hanno il compito di drenare il liquido interstiziale e i prodotti metabolici.

Il linfodrenaggio, quindi, è un tipo di massaggio leggero che aiuta a stimolare il flusso di questi liquidi dai linfonodi e, quindi, a ridurre l’eventuale accumulo di liquidi nei tessuti. Il linfodrenaggio, allora, può anche essere definito come una particolare tecnica di massaggio, che viene utilizzata per stimolare il sistema linfatico e per favorire il drenaggio del liquido nei tessuti; il liquido nei linfonodi viene poi filtrato e reimmesso nel flusso sanguigno.

I tre tipi di linfonodi

Ora che abbiamo capito cosa sono i linfonodi, è necessario classificarli in sottogruppi. Infatti, i linfonodi possono essere classificati in base alla loro posizione nel corpo: esistono i linfonodi cervicali, che si trovano nella parte superiore del collo; ci sono i linfonodi ascellari, che si trovano nella regione ascellare e, quindi, nella cavità in cui si uniscono il braccio e il tronco; abbiamo i linfonodi inguinali, che si trovano nell’inguine, cioè nella piega dell’anca; ci sono i linfonodi poplitei, che si trovano dietro il ginocchio e via dicendo.

Inoltre, esiste un altro tipo di classificazione dei linfonodi: i linfonodi superficiali o i linfonodi profondi.

  • I linfonodi superficiali sono quelli che si trovano sulla pelle;
  • i linfonodi profondi sono quelli che, invece, si trovano nei tessuti immediatamente sottostanti la pelle.

Conclusione

Il linfodrenaggio è una tecnica di massaggio che viene utilizzata per stimolare il sistema linfatico e favorire il drenaggio del liquido nei tessuti. Quella del linfodrenaggio, quindi, è una tecnica di massaggio che deve essere eseguita da professionisti qualificati e può aiutare a ridurre il gonfiore a migliorare la circolazione e ad alleviare alcuni tipi di dolore.

Il sistema linfatico è una parte molto sensibile e molto importante del corpo umano (specialmente nelle donne) e, proprio per questo motivo, va trattata con delicatezza e va affidata alle sapienti mani dei professionisti della salute, che attraverso le giuste tecniche e alcune specifiche manipolazioni, saranno in grado di stimolare il sistema linfatico, favorendo così la circolazione sanguigna ed eliminando tutte le tossine e i liquidi in eccesso.