Conti correnti online, una soluzione per risparmiare

di | Dicembre 16, 2021
conto corrente

Non ci sono dubbi come nel corso degli ultimi vent’anni, una tendenza, più di altre, sembra essersi consolidata nel mondo bancario: l’aumento del costo dei conti correnti. Un trend, per quanto ovvio, non accolto con entusiasmo dai risparmiatori, che hanno visto lievitare il costo in maniera considerevole.

Un vero e proprio salasso accompagnato da aumenti a dir poco considerevoli, in taluni casi estremamente gravosi per le loro tasche. In molti si chiedono il “perché” di questo corposo aumento dei costi, iniziato nel 2017 e proseguito, imperterrito, fino ad oggi. Le spiegazioni fornite dagli istituti di credito, in particolar modo dai grandi player del settore, si possono racchiudere in due principali motivazioni.

Conti correnti allo sportello: perché sono lievitati nel corso dell’ultimo quinquennio

Innanzitutto, negli scorsi anni, il sistema bancario, onde evitare di trascinare l’intera economia nazionale sull’orlo del baratro, si è fatto carico – al pari dello Stato – del salvataggio di alcuni istituti di credito in difficoltà mediante l’utilizzo del cosiddetto “Fondo Atlante”, al quale partecipano tutte le banche italiane in proporzione alle dimensioni di ciascuna, che si è reso protagonista, come nel caso delle banche venete, di alcuni fondamentali salvataggi.

La seconda motivazione, invece, riguarda le politiche monetarie attuate dalla Banca Centrale Europea nell’ultimo quinquennio. L’istituto di Francoforte, infatti, ha messo in pista alcune misure “anticonvenzionali” col chiaro intento di sostenere e rilanciare la zoppicante economia del Vecchio Continente.

Da qui la decisione di tagliare il tasso ufficiale di sconto portandolo in area negativa, arrivando, pochi mesi prima dell’avvento della pandemia, addirittura al -0,50%. In parole povere, i soldi depositati dai cittadini sui conti correnti rappresentano, di fatto, un costo per gli istituti di credito, che, in Italia come negli altri paesi dell’area €uro, non hanno esitato nel trasferirlo nei depositi dei propri clienti.

Conti correnti online, aumentano le aperture in modo considerevole: quali sono i vantaggi?

Seppure motivati, l’aumento dei costi non ha fatto altro che spingere i risparmiatori italiani a cercare soluzioni alternative, trovando un valido alleato nella grande rete telematica: le aperture dei conti correnti online sono letteralmente esplose, grazie a commissioni nulle o estremamente più basse rispetto alla rete degli sportelli bancari.

Gestire un conto corrente da un dispositivo remoto, indipendentemente dal fatto che si tratti di smartphone, pc o tablet, consente di beneficiare di alcuni significativi vantaggi dal punto di vista economico. Si pensi, ad esempio, alle spese di tenuta conto, la prima voce che, di norma, viene presa in considerazione dai correntisti: nei conti correnti online sono assenti o assai modeste.

Un risparmio che si può evincere anche nelle singole operazioni effettuate nel conto corrente. L’esempio più lampante, in tal senso, è costituito dall’esecuzione dei bonifici: allo sportello, il costo può arrivare, in alcune circostanze, anche a 10 euro, mentre eseguirlo tramite la grande rete telematica consente un esborso meno ingente, in alcuni casi addirittura inesistente.

Lo stesso discorso, poi, può essere comodamente traslato ad altre operazioni, come il pagamento dei singoli bollettini postali piuttosto che gli F24, oltre a consentire di poter eseguire, comodamente dal proprio pc o smartphone, alcune disposizioni come la ricarica del proprio telefonino piuttosto che della propria carta prepagata. Il conto corrente online, di fatto, unisce due fattori che ogni singolo cittadino ricerca con grande costanza: comodità e risparmio

Comodità, risparmio e assistenza, i tre fattori preferiti da chi apre un conto online

Un binomio imprescindibile, il vero fattore che spinge moltissimi risparmiatori ad optare per il conto online a discapito di quello dello sportello bancario. L’offerta in rete, d’altro canto, è davvero ampia e variegata. Ed anche la maggior parte delle banche presenti con i loro sportelli sul territorio, come nel caso del conto Web Sella, hanno deciso di proporre soluzioni ad hoc per chi desidera gestire i propri risparmi direttamente online.

D’altro canto, l’utenza bancaria “virtuale” è cresciuta cospicuamente grazie all’estrema convenienza e, a differenza di quanto pensano taluni soggetti, l’estrema efficienza nell’assistenza alla clientela. L’assistenza remota, talvolta, viene utilizzato come pretesto per evitare l’apertura di un conto corrente online. Il bisogno del “contatto umano” è certamente più che legittimo.

E chi decide, nonostante la palese poca convenienza, di aprire o mantenere un conto corrente allo sportello non è certo da condannare: ogni individuo, giustamente, cerca di operare nel modo che ritiene più consono alle proprie esigenze. Tuttavia, gli utenti che hanno optato per un conto online, nel 90% dei casi non tornano sui propri passi.

Ed oltre all’aspetto economico, un’indagine di mercato ha dimostrato che la fidelizzazione degli utenti bancari virtuali avviene grazie anche un servizio assistenza particolarmente efficace, in grado di fornire adeguata tramite l’utilizzo di tutte le più sofisticate tecnologie presenti oggi sul web, come ad esempio la chat o, per chi ama utilizzare lo smartphone, un numero dedicato sulle più importanti applicazioni di messaggistica istantanea presenti sul mercato.